LA FIERA DEI PUC

Si è chiusa venerdì 23 luglio la Fiera dei Puc, i progetti utili alla collettività, organizzata da Regione e Anci Toscana, che ha avuto oltre 1.300 visitatori unici, con oltre 8.000 pagine viste sul sito https://fierapuctoscana.it/. Tra le 11 zone della Toscana che vi hanno partecipato c’è anche l’Alta Val d’Elsa, con attività che spaziano dall’ambito culturale, ambientale a quello sociale, formativo, artistico e di tutela dei beni comuni. Il reddito di cittadinanza e i PUC costituiscono una delle politiche gestite in forma associata dai Comuni dell’Alta Val d’Elsa attraverso la Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa.

La Fiera dei Puc nasce partendo dall’idea che i beneficiari di reddito di cittadinanza sono tenuti a svolgere progetti utili alla collettività all’interno del comune di residenza per almeno 8 ore settimanali, aumentabili fino a 16 e per un periodo che varia da uno a tre mesi.

Come spiega il Presidente della FTSA Alessandro Donati nella seduta del Consiglio di Gestione che ha deliberato la partecipazione alla Fiera dei Puc, la Valdelsa dimostra così di essere all'avanguardia nell'uso di strumenti a vantaggio della collettività e raccoglie la sfida di un welfare generativo, in grado cioè di rigenerare le risorse (già) disponibili, responsabilizzando le persone che ricevono aiuto, al fine di aumentare il rendimento degli interventi delle politiche sociali a beneficio dell’intera collettività.

Tutti i dettagli sono disponibili sul portale dedicato alla FIERA DEI PUC.

Scarica il video del Consiglio di gestione FTSA che ha deliberato l'adesione alla Fiera dei Puc

Scarica l'intervista doppia alle due operatrici dei Puc nel territorio dell'Alta Val d'Elsa.